Indice
Caratteristiche Tecniche
Motore
Accensione / Alimentazione
Corpo vettura
Impianto elettrico
Manutenzione
Consigli per gli acquisti
Note informative
Clubpedia
Tutte le pagine

Interessati all'acquisto? (vedi il video di Discovery Channel)

Davanti all’interrogativo “Meglio l’acquisto di una 500 restaurata o da restaurare” non si avra’  una risposta univoca.

Viste le molteplici variabili da valutare, ogni appassionato dovra’ fare la difficile scelta con molta cura. Nella ricerca di un buon usato d'epoca, vale la pena sottolineare come siano più apprezzabili i veicoli ben "conservati", con gli inevitabili segni del tempo. L’ideale sarebbe anche trovare una 500 il piu’ possibile rispondente alle specifiche della sua serie, piuttosto che un esemplare “restaurato” ma non conforme all’originale.

Escluse le versioni quasi introvabili dei primi 3 anni di produzione (pre-D: 57/60 e Sport) e le stesse D (60/65), la 500 non è ancora una rarità ed è possibile essere esigenti al momento dell'acquisto ed avere quindi una certa possibilità di scelta. Di solito ci si orienta sulle F (65/72), L (68/72) o R (72/75). La R è più recente ed adotta un motore di cubatura maggiore (594 cc), più robusto in luogo dello storico 499,5 cc; la L è ancora la più diffusa, mentre la F viene preferita dai puristi (pur essendo meccanicamente, la F e L identiche).

Un discorso a parte merita la Giardiniera che, nonostante la rarità (rapporto di circa 1:10 di esemplari costruiti rispetto alla berlina) spunta quotazioni appena poco più elevate, soprattutto se di ultima produzione Autobianchi, delle più comuni versioni F - L - R.

Un argomento spesso trascurato, ma fondamentale durante le trattative di acquisto di una 500, è l'esame dei documenti; bisogna richiedere di visionare il libretto di circolazione ed accertarsi della rispondenza dei dati riportativi con i numeri punzonati del telaio oltre a verificare che la vettura si trovi ancora iscritta al PRA.

Nel caso di una radiazione bisogna mettere in conto le spese di una nuova immatricolazione. Per non correre rischi, prima dell'acquisto, è possibile richiedere una visura al PRA fornendo il numero di targa della vettura per conoscerne l'esatto stato giuridico.

Ribadendo come siano preferibili quelle vetture nel complesso originali, sarebbe buona norma reperire un esemplare possibilmente con la targa anch'essa originale; in linea di massima le 500 montano la targa quadrata nera; per le versioni immatricolate fino al 1962 addirittura la targa era in ferro, successivamente viene introdotta quella in plastica. Le ultimissime R (fine '75) e la Giardiniera (fino al '77) è possibile che adottino come prima targa originale quella riportante la sigla provinciale in arancio (introdotte nel '76).

Diamo anche un'occhiata alla punzonatura del blocco motore, che per le pre-D deve riportare la sigla 110.000, per le D: 110D.000, per le F/L: 110F.000 e per le R: 126A5.000; nelle R cambia anche l'attacco sulla traversa che non porta più il tipico "braccetto" in alluminio, ma un elemento circolare fissato da un bullone.

Accertatasi della regolarita' dei documenti, una prima occhiata, ad un esemplare in vendita, è bene controllare: volante, modanature, coppe ruote, rivestimenti interni, fregi e scritte... sono questi infatti gli elementi che più spesso vengono sostituiti agli originali con particolari di serie diverse. Insieme a questo primo controllo visivo, sarebbe davvero ideale poter visionare la vettura con l’ausiolio di un ponte sollevatore per poter attentamente osservare le condizioni generali delle sue parti strutturali.

Il nemico principale è la ruggine che intacca con una certa facilità elementi anche importanti della scocca; le zone da osservare con particolare attenzione sono il sottoscocca, (fondamentale il pianale!), i punti di attacco delle sospensioni e dei quadrilateri posteriori, gli ancoraggi della balestra e dei braccetti sospensioni anteriori, i passaruota, i sottoporta, e l’interno del vano bagagli.

Per quanto riguarda la meccanica, la 500 ha pochi punti deboli. Il motore della 500 è particolarmente sincero nel manifestare le sue condizioni: una pronta messa in moto è indice di efficienza generale di tutte le parti; è buona norma informarsi se l'esemplare in esame ha subìto un intervento di revisione al motore o qualche lavoro importante. Un altro controllo importante da eseguire e’ lo stato degli snodi dello sterzo, i giunti dei semiassi, la condizione della balestra, lo stato degli ammortizzatori. Non deve dare eccessiva preoccupazione la perdita sporadica di gocce d'olio, soprattutto dal cambio: è una caratteristica di tutte le 500!

Una ultima parola sulle quotazioni. Il valore di una 500 e’ ovviamente fortemente influenzata dalla fedelta’ dell’eventuale restauro (se gia’ eseguito), dalla condizioni della carrozzeria e della meccanica; e' quindi davvero difficile stabilirne il prezzo che varia da esemplare ad esemplare.

In generale una vettura di buon livello, ben conservata, oppure restaurata correttamente, in buone condizioni generali e marciante, può valere mediamente 3,000 - 4,000 euro (escluse le D e versioni precedenti che posso arrivare ad avere un valore doppio!).

La quotazione media puo’ anche variare fino al 40% in piu’ e dipende dallo stato di conservazione e dalla originalita’ dei suoi particolari e accessori, perfette nell’aspetto e nella meccanica.

Una volta venuto finalmente in possesso della propria 500, e si decidesse di affrontarne il restauro, un appassionato deve entrare nello spirito di chi è più guidato dal cuore che non dal valore oggettivo della vettura. Molto spesso reperire particolari accessori o ricambi d’epoca richiede tempo e la spesa da affrontare e’ ripagata dal seguire le varie fasi della rinascita della vettura. Alla fine la soddisfazione di mettersi finalmente al volante del propria 500 sara’ indescrivibile.

Vuoi conoscere l'abbinamento colore carrozzeria/rivestimenti interni originale della tua 500? Clicca qui.

Ricambi? Si, Grazie! La situazione e abbastanza tranquilla: nessun problema per quanto riguarda la meccanica (la maggior parte dei ricambi é ancora disponibile presso le Reti vendita Fiat), mentre per tutti gli elementi di carrozzeria, accessori, e di interni é possibile scegliere fra una vasta gamma di prodotti ricostruiti reperibili nelle principali Mostre Scambio o da rivenditori di ricambi d'auto d'epoca. Anche il Web offre una vasta scelta di ricambi nuovi, rigenerati, o usati ma esigete sempre una garanzia con l’acquisto. Da non trascurare la possibilità di recuperare ricambi in ancora ottime condizioni presso gli Autodemolitori.

[TOP]