Indice
Caratteristiche Tecniche
Motore
Accensione / Alimentazione
Corpo vettura
Impianto elettrico
Manutenzione
Consigli per gli acquisti
Note informative
Clubpedia
Tutte le pagine

NOTE INFORMATIVE

Blocco del traffico all'interno della fascia verde a Roma: L’Art. 7 comma 1 lettera - b del Codice della Strada demanda all’autonomia dei Comuni eventuali limitazioni della circolazione. Roma non ha introdotto una deroga per i veicoli di interesse storico come hanno fatto altri Comuni, che adottano regolamenti di limitazione alla circolazione. Quindi i propretari di questi veicoli dovranno sottostare alle limitazioni all'interno della fascia verde.

- Bollo auto: Regione Lazio - Riduzione e esenzioni per veicoli di interesse storico. Si ricorda che, in caso di utilizzazione su pubblica strada, sia i veicoli ultratrentennali che quelli ultraventennali sono assoggettati alla tassa di circolazione forfettaria annua, nella misura  di 28,40 euro per gli autoveicoli. Tale tassa può essere pagata in qualunque momento dell’anno, purchè prima della messa in circolazione del mezzo su strada. (Con la circolare n° 49 la Agenzia delle Entrate spiega che le vetture d’epoca trentennali, le iscritte ai Registri di Marca ed ASI non devono pagare l' addizionale erariale istituita con il decreto legato alla ”Manovra correttiva” del 6 Luglio 2011.)

- Passaggio di proprieta': Per i veicoli storici ultratrentennali e per i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico si paga l'imposta provinciale di trascrizione (IPT) in misura ridotta.

Veicoli ultratrentennali: Sono considerati veicoli storici ultratrentennali gli autoveicoli e i motoveicoli con le seguenti caratteristiche:

  • costruiti da oltre trent'anni (salvo prova contraria, l'anno di costruzione coincide con l'anno di prima immatricolazione in Italia o in un altro Stato)
  • non adibiti ad uso professionale o utilizzati nell'esercizio di attività di impresa, arti o professioni

Per gli autoveicoli l'IPT è ridotta a euro 51,65. Per i motoveicoli l'IPT è ridotta a euro 25,82.

Per usufruire della riduzione, l'interessato, deve farne espressa richiesta sulla nota di presentazione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) indicando gli estremi di legge (art. 63, comma 4, della L. 342/2000).

- Installazione e utilizzo delle cinture di sicurezza sulla 500: La Circolare B53/2000/MOT del Dipartimento dei Trasporti Terrestri dispone l'obbligo dell'installazione, e quindi dell'utilizzo, sia per i posti anteriori che per quelli posteriori, per tutti i veicoli che, immatricolati a far data dal 15 giugno 1976, siano predisposti, fin dall'origine, con specifici punti di attacco. Pertanto tutti i proprietari di Fiat 500 immatricolati prima del 1976 non sono obbligati all'installazione e, conseguentemente, all'uso dei sistemi di ritenuta. Allo stesso modo non sono soggetti ad alcun obbligo coloro che hanno veicoli immatricolati dopo il 1976 ma sulla base di omologazioni antecedenti il 1976 e sui veicoli non siano presenti gli appositi punti di attacco sin dall'origine.

- Revisione della Fiat 500: In caso di utilizzazione in pubblica strada, un' auto di particolare interesse storico deve essere in regola con le norme di circolazione; deve cioè aver superato la revisione (biennale) come stabilito dal nuovo Decreto Ministeriale e dalla nuova Circolare del Ministero dei Trasporti

- Fari accesi di giorno: deroga per i veicoli storici (legge 1 agosto 2003, n. 214)Fuori dai centri abitati, durante la marcia dei veicoli a motore, ad eccezione dei veicoli iscritti nei registri ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, è obbligatorio l'uso delle luci di posizione, dei proiettori anabbaglianti e, se prescritte, delle luci della targa e delle luci d'ingombro...