Indice
L'idea per una vettura per tutti
L'italia in viaggio negli anni '60
Come eravamo
Non solo 500
Pubblicita'
Vint-p-age
La valigia dei ricordi....appunti di viaggio
Tutte le pagine

LA RIVOLUZIONE SULLE RUOTE (Guarda il Video)

L'ITALIA IN VIAGGIO NEGLI ANNI '60 (Guarda il Video)

La Fiat Nuova 500 raccontata da..........

Gia' nel primo numero, del febbraio 1956, a piu' di un anno e mezzo in anticipo dalla presentazione della Nuova 500, la rivista specializzata "QUATTRORUOTE" dava anticipazioni sulla futura superutilitaria che la Fiat, secondo le notizie in possesso della redazione del mensile, ha in progetto con la partecipazione di Bianchi e Pirelli. La vettura era descritta come una 400 di cilindrata e motore anteriore.

Ovviamente la stessa rivista si e' occupata piu' volte della superutilitaria Fiat nel corso della sua lunga vita commerciale e, successivamente, ha dedicato ampio spazio anche sulle pagine di "RUOTECLASSICHE" , e su edizioni "speciali" interamente dedicati alla vettura.

Altre anticipazioni, con la pubblicazione di foto del prototipo quasi definitivo, le troviamo sui fascicoli di luglio 1956 e febbraio 1957. I servizi, in questa occasione, riportano una descrizione piu' vicina alla vettura che verra' messa sul mercato entro qualche mese. Nel luglio 1957 viene pubblicata la prima prova su strada, anche se sommaria, della Nuova 500. Quattroruote acquista, a lire 499.000 (513.700 su strada), una vettura (motore 000449 - telaio 000467) e la sottopone a una prova che verra' pubblicata sui numeri di settembre e ottobre 1957. Il prezzo della rivista era di 300 lire, ce ne volevano 145 per un litro di benzina. Per l'acquisto della 500 occorrono 14 stipendi di un operaio Fiat. Le auto circolanti sono 380.000 unita'. A fine prova, il risultato generale sulle prestazioni e' appena sufficiente, considerato anche il prezzo e il livello di finitura della prima serie.

Nel fascicolo di gennaio 1958 ampio servizio sulle due versioni rinnovate. Il costo delle vetture su strada e' di lire 487.950 per la Economica e lire 513.700 per la Normale. Tra prenotazione e consegna intercorrono solo 2 settimane. A richiesta per lire 6.000 si posso avere le coperture con fianco bianco e sbrinatore a 12.000. Nei mesi di Maggio, Luglio e Agosto viene pubblicata la prova di durata su una distanza di  oltre 100.000 chilometri alla quale viene sottoposta una 500 Normale. Il percorso comprendeva un tracciato, effettuato 83 volte,  che passava da Roma Napoli Foggia Bari Pescara Terni e ancora Roma. Durante la prova la 500 viene sottoposta a controlli regolari (ogni 2 giri a Roma). Al termine della prova invece la vettura viene completamente smontata ed il rapporto parla di meccanica  affidabile anche se sottoposta a massimo stress.  A settembre e' il turno della 500 Sport provata sull'autodromo di Monza a 105.882 km/h. Il prezzo per avere un bolide biancorosso e di lire 625.000. Marzo 1959 annuncio di una nuova versione ancora migliorata, 4 quattro posti con nuovo tettuccio parzialmente metallico. La redazione in Aprile analizza anche i costi di esercizio e le varie proposte di acquisto (in contanti, a rate e a nolo) della Nuova 500.  Marzo, giugno e luglio 1960 e' la volta della Giardiniera. Il giudizio e' complessivamente positivo soprattutto per la versatilita' di utilizzo.  [TOP]

La 500 in versione Tetto Apribile. viene sottoposta ad una prova di durata che troviamo descritta nel fascicolo di settembre 1960. La T.a. in mille ore percorre 16.843 km nel circuito cittadino delle vie di Roma ad una media di 16.8 km/h consumando 1.056,5 litri di benzina con un consumo medio di 15,94 km/l. Il 1 dicembre 1960 viene inaugurato il tratto appenninico della autostrada A-1 tra Bologna e Firenze. Quattroruote introduce al suo interno una rubrica innovativa sul mercato dell'usato. Nel giugno del 61, a quattro anni dalla sua commercializzazione, il giudizio tocca alla 500 che supera ampiamente il severo esame al quale viene sottoposta dai tecnici della redazione.

Il 22 settembre 1962 e’ aperto il tratto autostradale Roma Napoli denominato A-2. Nel fascicolo di novembre 1962, con un certo ritardo dalla sua presentazione, la rivista dedica ampio spazio alla prova della 500 in versione D, E' una vettura di seconda serie essendo gia' aggiornata in alcuni particolari. Considerata sotto l'aspetto economico, costa L.475.850 su strada, viene indiscutibilmente giudicata interessante, insufficiente nei posti posteriori, ma affidabile nella resistenza all'uso. La tassa di circolazione e' di L. 6.805. Settembre 1963 la Fiat 595 Abarth ruba la scena su Quattroruote. A febbraio 1964 e' la volta della SS e in aprile sul centesimo numero c'e' un sevizio dedicato alle 695 standard e SS.

Innaugurazione della Roma Milano il 4 ottobre 1964. L'autostrada del sole, Milano Napoli, e' cosi' compiuta dopo 13 anni di lavori. Il presidente della repubblica Giovanni Gronchi posa la prima pietra il 19 maggio 1956.  1965 -  la crisi c'e' ma non si vede. E' sul numero di novembre che arriva la prova completa della 500 F che riceve un giudizio piu' favorevole dispetto al passato, anche se si ripresentano la scarsa accelerazione e la difficolta' nell'uso del cambio. La vettura porta il numero di telaio 0829255 , motore 906479. Sulla pista dell'aeroporto di Ciampino, pero' rivela le sue doti di manovrabilita' grazie allo sterzo leggero e preciso. La F costa 515.000 lire su strada. Il 16 luglio 1965 la Lancia Flaminia "Presidenziale"con a bordo Charles De Gaulle e Giuseppe Saragat  percorre la galleria di circa 12 km sotto il Monte Bianco. E' l'innaugurazione dell'importante passaggio stradale sotto le Alpi. Al prezzo di lire 400 si piu' acquistare nel settembre del 1968 una copia di Quattroruote dove viene presentata la "Lusso". La vettura puo' essere acquistata a 50.000 lire in piu della "normale" F, per 525.000. Il costo di alcuni ricambi: albero motore 9.000, albero a camme 5.700, parabrezza 14.550, faro anteriore 2.850 sempre in lire.

L' edizione 1972 della 500 (unificata) la troviamo sul fascicolo di novembre e di dicembre, anticipazioni erano apparse gia' nel 1970 dove si parlava anche della futura 126. Nel marzo del 1973 viene presentata la prova completa su strada della R.

La pagella di 4Ruote enfatizza le caratteristiche genetiche, il progetto risale a piu' di 16 anni fa ed e' oramai quasi a fine carriera, quali la economicita' (siamo in piena crisi petrolifera), praticita' in citta' e tenuta di strada.  Il motore ancora una volta risquote i giudizi migliori per elasticita' di marcia, (con un buon slancio si raggiungono i 100 Km/h) e robustezza. II numeri negativi riguardano il confort (soprattutto acustico), l'abitabilta' posteriore,  il piccolo bagagliaio, il cambio con rapporti, anche se ben scalati, non sincronizzati, e la scarsa visibilita' .

[TOP]